Come diventare imprenditore in edilizia

Pubblicato il Sep 4, 2019 2:49:00 PM

Se vuoi avviare un’attività imprenditoriale nel settore dell’edilizia, stai leggendo l’articolo giusto.
Essere imprenditore non è facile, ma con una buona preparazione e il giusto supporto, offre grandi soddisfazioni.
Il primo passo per diventare imprenditore in edilizia “aprire la Partita IVA” e iscriversi alla Camera di Commercio. Vediamo insieme come farlo nei migliori dei modi!

Che cos’è la Partita Iva? 

La Partita IVA è un codice numerico che si compone di 11 numeri (i primi 7 vanno a indicare il contribuente, mentre i seguenti 3 identificano il Codice dell’Ufficio delle Entrate, l’ultimo ha carattere di controllo).

Prerequisiti necessari: Avere una PEC Aziendale

Per aprire una Partita IVA è prerequisito necessario avere una PEC (Posta Elettronica Certificata). La Posta Elettronica Certificata (PEC) è il sistema che consente di inviare e-mail con valore legale equiparato ad una raccomandata con ricevuta di ritorno, come stabilito dalla normativa (DPR 11 Febbraio 2005 n.68).
Rispetto alla Posta Elettronica ordinaria, il servizio PEC presenta delle caratteristiche aggiuntive che forniscono agli utenti la certezza a valore legale dell’invio e della consegna (o mancata consegna) delle e-mail al destinatario:

  1. ha lo stesso valore legale della raccomandata con ricevuta di ritorno con attestazione dell'orario esatto di spedizione;
  2. grazie ai protocolli di sicurezza utilizzati, è in grado di garantire la certezza del contenuto non rendendo possibile nessun tipo di modifica nè al messaggio nè agli eventuali allegati.

La Posta Elettronica Certificata garantisce, in caso di contenzioso, l'opponibilità a terzi del messaggio.

Come si ottiene la Partita Iva?

Con l'istituzione dello sportello unico presso la CAMERA DI COMMERCIO utilizzando la piattaforma "TELEMACO ComUnica” predisposta dall'istituto, l'iscrizione viene fatta in via telematica compilando un'unica richiesta per tutti gli enti coinvolti.
Attraverso la Piattaforma TELEMACO si procede all’Iscrizione al Registro delle Imprese, si farà l’iscrizione nella Sezione Speciale per le IMPRESE ARTIGIANE e si fa la richiesta di attribuzione di Partita Iva.

Una volta inviata la dichiarazione firmata, ci viene assegnato il numero di partita IVA, che rimarrà sempre lo stesso fino al termine dell’attività.
La regolarità dell'iscrizione verrà confermata dalla CAMERA DI COMMERCIO mediante l'emissione della cosiddetta "VISURA DI EVASIONE" in cui sarà indicato anche il numero di partita iva (assegnato il numero di partita IVA, che rimarrà sempre lo stesso fino al termine dell’attività).

Cos’è la Camera di Commercio?

La Camera di Commercio è un ente che associa le imprese di un determinato territorio per tutelare i loro interessi, creare opportunità di affari e prestare loro servizi e opportunità di crescita e sviluppo.

Iscrizione presso gli Istituti Previdenziali

Contestualmente all’Iscrizione verrà rilasciato il numero di posizione INPS (attraverso la Comunicazione Unica si ottiene l’iscrizione alla gestione Artigiani INPS, Istituto nazionale della previdenza sociale) e il numero di posizione INAIL (Istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionali).

Come si identifica il settore lavorativo?

Quando si apre una partita IVA, bisognerà anche scegliere e indicare la categoria lavorativa che si intende svolgere. Per fare questo si usa la cosiddetta “classificazione ATECO”. Bisognerà quindi indicare il “Codice ATECO” che si riferisce alla nostra specifica attività. Per il settore edilizia ci sono diverse tipologie di codici che vanno a specificare meglio l’esatta attività aziendale. Il Gruppo ATECO di riferimento è quello identificato dal Codice 43.

Scegliere il regime contabile dell’azienda

Avviando un’attività, bisognerà scegliere anche il tipo di regime contabile tra:

  1. regime forfettario;
  2. contabilità semplificata;
  3. contabilità ordinaria.

Sai già quali sono i costi fissi di mantenimento di una partita IVA nel settore edile?

Conosci già le ultime normative sull'obbligo dell'utilizzo dei corrispettivi elettronici?

LEGGI L'ARTICOLO SUI CORRISPETTIVI ELETTRONICI

Argomenti: edilizia, edile, imprenditore, imprenditoria

Vuoi maggiori informazioni? Contattaci!