In edilizia è fondamentale la precisione nell’analisi prezzi e nella preventivazione

Pubblicato il Jul 31, 2019 2:32:00 PM

Nel settore edilizia e costruzioni, tra le diverse fasi connesse all’attività e all’operatività dell’imprenditore, un processo che riveste un’importanza notevole è quello della preventivazione.
Approfondiamo alcuni aspetti di questa importante tematica, che un imprenditore edile di successo deve conoscere e comprendere a pieno.

Perché un imprenditore del settore edile dovrebbe dedicare tempo e attenzione nella formulazione di un preventivo?

“Costruire” significa, in primis, saper fare preventivi. Questo perché capire il “cosa” costruire – e quindi analizzare i relativi costi – significa focalizzare meglio il “come” costruirlo, in modo da lavorare meglio, migliorando la gestione dell’impresa e cercando di incrementare i risultati economici.

Esiste un modo “standard” per calcolare il “prezzo giusto”?

Iniziamo sfatando un mito: non esiste un “metodo universale”. In linea generale la materia riguarda quattro grandi ambiti di costi:

  1. manodopera, 
  2. materiali,
  3. noleggi e
  4. servizi esterni.

Ma, entrando nel merito, ogni azienda deve crearsi un proprio modello operativo per formulare i preventivi, che tenga conto delle caratteristiche dell’azienda e poi, in second’ordine, delle singole e diverse specificità dell’opera da realizzare. Per la quale bisogna analizzare tanti altri aspetti: la tipologia, la committenza, la localizzazione, ….

È vero che i prezzi sono calcolati velocemente e in maniera approssimativa?

Assolutamente no, la realtà è ben diversa. La precisione è e sarà sempre di più fondamentale nel lavoro edile. È il mercato, sempre più aggressivo e competitivo, che lo richiede. Complice il difficile momento di crisi generalizzata, che ha colpito in particolare il settore delle costruzioni, ormai le imprese lavorano con margini estremamente ridotti e l’ottimizzazione di costi e risorse diventa strategica per assicurare la sostenibilità e il futuro dell’attività aziendale.

Quali strumenti vengono in aiuto dell’imprenditore edile in questa fase?

Sicuramente due validi strumenti da tenere sempre “a portata di mano” sono

  1. il prezzario realizzato dalla Camera di Commercio di Cuneo;
  2. il prezzario realizzato dalla Regione Piemonte.

Il prezzario della Camera di Commercio di Cuneo

Il “Prezzario delle opere edili e impiantistiche” della CCIAA di Cuneo è realizzato come rilevazione dei prezzi medi di mercato e costituisce il punto di riferimento per lavori localizzati nella provincia Granda: alla sua redazione partecipano diversi enti e organismi.
Il volume rileva i prezzi dei settori dell'edilizia e dell'impiantistica e si articola in varie sezioni: prestazioni d'opera, materiali, noleggi e trasporti, opere compiute e oneri per la sicurezza.
Si tratta di un report davvero completo e dettagliato, che conta circa 13mila voci.
La pubblicazione è scaricabile gratuitamente nei formati pdf, csv (set caratteri iso-8859-15), xls (compatibile Microsoft Excel 2000 e successivi) e ods (OpenDocument Spreadsheet compatibile OpenOffice.org Calc 2.0 e successivi).
Il sito internet di riferimento è: www.cn.camcom.gov.it/it/prezzario.

Il prezzario della Regione Piemonte

Il documento regionale recepisce le disposizioni normative in materia di appalti pubblici di cui al decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50.
A questo proposito è utile sottolineare come lo stesso Codice degli Appalti confermi l’ambito e l’utilità di questo importante strumento operativo attraverso il quale occorre procedere con la quantificazione del limite di spesa di un intervento.
Il sito internet di riferimento è: www.sistemapiemonte.it/cms/privati/territorio/servizi/929-consultazione-prezzario-regionale-opere-pubbliche

Una corretta preventivazione può aiutare molto l’imprenditore, sia nei lavori privati che negli appalti pubblici.

In conclusione, possiamo davvero affermare che partire da una buona analisi è utile e propedeutico a impostare un preventivo corretto sia per la committenza privata che per quella pubblica.
Avere bene in mente tutte le componenti necessarie per la realizzazione dell’opera, conoscere in modo approfondito i materiali e le loro caratteristiche tecniche, confrontarsi con fornitori e altri colleghi, aggiornarsi e informarsi sulle novità del settore.
Ma anche studiare materiali e tecniche innovative, valutare l’ottenimento di certificazioni che danno valore aggiunto all’impresa e informarsi e aggiornarsi a tutto tondo, non solo sugli aspetti direttamente coinvolti dalla fase costruttiva, ma anche per tutto quanto è connesso all’azienda: dall’amministrazione del personale, alla gestione ambientale, alla sicurezza sul lavoro, ….

Hai bisogno di supporto per la realizzazione di un preventivo? 

PARLA CON UN ESPERTO

Argomenti: servizi, edilizia, edile, preventivi

Vuoi maggiori informazioni? Contattaci!