Sanità artigiana

Pubblicato il Jul 25, 2019 2:22:00 PM

Se sei titolare di un’impresa artigiana e vuoi approfondire cos’è e quali prestazioni può offrire San.Arti., il Fondo di Assistenza Sanitaria Integrativa per il tuo settore, stai leggendo l’articolo giusto.

Cos'è l’assistenza sanitaria integrativa?

L'assistenza sanitaria integrativa è una forma di tutela che permette di integrare e/o sostituire le prestazioni pubbliche nell'ambito dei servizi medico-sanitari.

Cos’è San.Arti?

San.Arti. è il Fondo di Assistenza Sanitaria Integrativa per i lavoratori dell’Artigianato costituito il 23 luglio 2012 in attuazione dell’accordo interconfederale del 21 settembre 2010 e dei contratti collettivi nazionali di lavoro dell’Artigianato. 
San.Arti. si rivolge non solo ai lavoratori dell’artigianato e delle imprese che applicano i CCNL sottoscritti dalle parti istitutive del Fondo tra le quali Confartigianato Imprese, ma anche ai loro familiari ed agli imprenditori artigiani. 

Chi si può iscrivere a San.Arti.

In particolare, il Fondo fornisce Assistenza Sanitaria Integrativa e Socio Sanitaria alle seguenti categorie:

  1. Dipendenti di imprese artigiane e di imprese che applichino i CCNL artigiani inclusi i lavoratori che siano stati assunti a tempo indeterminato compresi gli apprendisti ed i lavoratori assunti a tempo determinato con contratto di durata pari o superiore a 12 mesi;
  2. Imprenditori artigiani: titolari e legali rappresentanti delle imprese artigiane, con o senza dipendenti, soci delle imprese artigiane, collaboratori degli imprenditori artigiani nonché familiari delle precedenti figure quali coniuge, convivente, figli dei dipendenti iscritti; 
  3. Familiari degli imprenditori artigiani, dei titolari, soci, collaboratori e dei lavoratori dipendenti. 

L’adesione degli ultimi due gruppi e cioè degli imprenditori artigiani, titolari di impresa artigiana, soci e collaboratori dell’imprenditore artigiano, loro familiari nonché i familiari dei lavoratori dipendenti è “volontaria”. 

In che modo si aderisce a San.Arti.?

La contribuzione a San.Arti. è diversa a seconda delle categorie dei soggetti aderenti:

Dipendenti delle imprese artigiane: la contribuzione è a carico dell’impresa ed è pari ad euro 10,42 al mese per ciascun dipendente.

Imprenditori artigiani: qualora l’imprenditore artigiano abbia in forza personale dipendente, può procedere alla propria iscrizione al Fondo esclusivamente nel caso in cui siano stati iscritti a San.Arti. i propri lavoratori dipendenti. 
La medesima regola vale per l’iscrizione di soci e collaboratori di imprese artigiane che abbiano in forza personale dipendente. 
La quota contributiva prevista per gli imprenditori artigiani, soci e collaboratori è la seguente: euro 295,00 all’anno (da 15 anni a 75 anni).

Volontari: ai fini dell’iscrizione dei famigliari è obbligatorio iscrivere l’intero nucleo familiare. 
Possono essere esclusi dall’iscrizione al Fondo i famigliari già coperti da altra Assicurazione/Fondo/Cassa/Ente di assistenza sanitaria integrativa.
È prevista la possibilità di iscrivere i figli dai 18 anni ai 30 anni di età che versino in stato di inoccupazione/disoccupazione o comunque con un reddito da lavoro dipendente inferiore a 6.000 euro lordi. 
Il versamento della quota contributiva per i famigliari è calcolato sulla base della fascia di età degli stessi, secondo il seguente schema: 

  • da 12 mesi e un giorno a 14 anni: euro 110,00;
  • da 15 anni a 75 anni: euro 175,00.

Periodo di carenza ed apertura finestre di iscrizione

L’iscritto ha diritto all’erogazione delle prestazioni di sanità integrativa solo nel caso di regolarità contributiva. 
Per i lavoratori dipendenti delle imprese che applicano uno dei CCNL artigiani le prestazioni sono erogate dal primo giorno del settimo mese dall’inizio della contribuzione.
Per garantire l’esatta corrispondenza tra contribuzione versata e copertura di assistenza sanitaria integrativa, il lavoratore dipendente ha diritto a 6 mesi di prestazioni a partire dal mese successivo a quello in cui conclude il suo rapporto di lavoro.

Per quanto riguarda i volontari sono previste due finestre di iscrizione:

  1. dal 1° giugno al 15 dicembre di ciascun anno: in questo caso il diritto alle prestazioni decorre dal 1° gennaio al 31 dicembre successivo;
  2. dal 1° gennaio al 31 maggio di ogni anno: in questo caso il diritto alle prestazioni decorre dal 1° luglio al 31 dicembre del medesimo anno. 

Di quali prestazioni possono usufruire gli iscritti?

Le prestazioni a vantaggio degli aderenti al Fondo possono essere di diversa natura: 

  1. rimborso totale dei ticket sanitari per visite mediche ed esami diagnostici presso il SSN;
  2. prestazioni diagnostiche di alta specializzazione e visite specialistiche presso strutture convenzionate con riduzione dei tempi di attesa al costo di una franchigia che può variare dai 10 ai 30 euro;
  3. prestazioni gratuite.

Le prestazioni e la rispettiva sovvenzione contributiva cambiano a seconda delle categorie dei soggetti aderenti. Per tale motivo, raccomandiamo di prendere visione dei rispettivi piani sanitari rinvenibili sul sito: www.sanarti.it.

Tra le prestazioni sanitarie più significative si possono certamente ricordare:

  1. Visite mediche specialistiche;
  2. Esami diagnostici;
  3. Ricovero o indennità di ricovero per intervento chirurgico, indennità di convalescenza; 
  4. Odontoiatria;
  5. Implantologia;
  6. Pacchetti preventivi e checkup gratuiti presso le strutture convenzionate;
  7. Visite mediche specialistiche, psicoterapia, accertamenti diagnostici;
  8. Ricovero o indennità di ricovero per intervento chirurgico, indennità di convalescenza;
  9. Consulenza medico-farmaceutica;
  10. Garanzie specifiche figli da 1 a 14 anni;
  11. Pacchetto maternità e prestazioni neonatali.

Dall’anno 2019, inoltre, San.Arti. rimborsa ai lavoratori/lavoratrici dipendenti dell’Artigianato: 

  1. lenti correttive della vista (lenti per occhiali e lenti a contatto anche del tipo “usa e getta”);
  2. procreazione medicalmente assistita. 

Si avverte che alcune prestazioni prevedono un periodo di carenza più ampio del semestrale (es. pacchetto maternità, implantologia, ortodonzia, ...).

Vuoi iniziare anche tu a utilizzare il servizio San.Arti? 

PARLA CON UN ESPERTO

Argomenti: servizi, sanità integrativa, sanità

Vuoi maggiori informazioni? Contattaci!